• Costruttori in Scala

    Abbiamo visto come creare un classe in Scala, in questo post esaminiamo le caratteristiche del costruttore principale e di quelli ausiliari e un paio di semplificazioni sintattiche che ci permettono essere più flessibili nella costruzione di una classe.

    Read more
    2
  • Consumare un webservice RESTFul con Jersey e PrimeFaces

    Nel precedente articolo abbiamo dimostrato con un semplice esempio come creare un webservice con Jersey. Ora vediamo come sia altrettanto facile “consumare” i metodi esposti dal webservice costruendo una web application con PrimeFaces.

    Read more
    7
  • Creare una classe in Scala

    In questo post vedremo come dichiarare una classe usando Scala. Di questo linguaggio abbiamo già intravisto qualcosa in passato, oggi entreremo dei dettagli della creazione di una classe. Vedremo come Scala ci permette di utilizzare una sintassi snella partendo da una dichiarazione simil-Java.

    Read more
    13
  • GWTCon 2014, la prima conferenza italiana su GWT

    A Firenze, il 5 novembre, si terrà la prima conferenza italiana su GWT, il GWTcon. Si parlerà di mGWT, del futuro di GWT secondo Google, dell’integrazione di GWT con Polymer, WebSocket, Angular JS. Andiamo a scoprire questo evento.

    Read more
    9
  • BeanValidation e JAX-RS

    Con la piattaforma Java Enterprise 6, tra le varie nuove specifiche, è stata introdotta anche quella conosciuta come Bean Validation. Come abbiamo già avuto modo di parlare in un post su MokaByte e qua su CoseNonJaviste, la Bean Validation dà la possibilità di definire in modo semplice i vincoli e le validazioni direttamente sul modello del nostro dominio. Data la genericità del framework, è possibile applicare le valutazioni dichiarative…

    Read more
    9
  • Webservice RESTful con Jersey

    In questo tutorial vi mostrerò, con l’aiuto di un semplice esempio, quanto sia immediato realizzare WebService con Jersey. Con altre tecnologie, che richiedono settaggi complessi, spesso si ricorre a generatori automatici che complicano il codice e lo rendono illeggibile. In questo post, simulando l’interazione con una semplice anagrafica di persone, dimostreremo che con Jersey bastano poche annotazioni per costruire un WebService.

    Read more
    7